-20% i ricavi

Semestre in perdita per il cinese Ruyi Group

Continuano le difficoltà per Ruyi Group, la holding cinese a cui fanno capo una serie di realtà del tessile-moda tra cui Smcp (marchi Maje, Sandro e Claudie Pierlot), Aquascutum e Lycra.

Nel bilancio di metà anno il gruppo con sede nella provincia dello Shandong ha visto i ricavi scendere del 20,43% a 261 milioni di yuan (circa 34 milioni di euro), mentre la perdita è lievitata del 392,9% a 44,75 milioni di yuan (5,8 milioni di euro). A essere colpito è stato soprattutto il business della moda, la cui quota sui ricavi totali è passata dal 76,57% al 53,24%.

Da tempo la società quotata deve fronteggiare una posizione debitoria pesante: nel 2019 si parlava di 3,6 miliardi di euro, quasi raddoppiati rispetto al debito del 2015. I problemi di liquidità hanno anche vanificato l’acquisizione, più volte annunciata, del marchio svizzero del lusso Bally.

e.f.
stats