2002 positivo per le vendite d'abbigliamento in Olanda

Nel 2002 gli olandesi hanno speso 8,5 miliardi di euro in abbigliamento, +2,5% in valore e +3% in volume rispetto all’anno precedente. Lo rivela una ricerca condotta da Modint, l'associazione nazionale dei dipendenti dei settori moda, tessile, accessori e decorazioni di interni.
Fra i comparti trainanti la moda infantile, seguita da lingerie e pantaloni. Stabile invece l’andamento dell’abbigliamento femminile e maschile. Anche se non sono disponibili dati ufficiali, Harry van Dalfsen, presidente di Modint, sostiene che l’andamento del fatturato nazionale nel primo trimestre è stato sorprendentemente favorevole, con un incremento in valore pari al 7,1%. Tuttavia, pare che la crescita di inizio anno abbia subito un rallentamento nei primi mesi del secondo trimestre.
Intanto le catene e i produttori d'abbigliamento olandesi puntano ai mercati internazionali. Nel 2002 le esportazioni sono salite del 3% toccando la soglia di 3,7 miliardi di euro. In particolare, l'export si è concentrato verso i Paesi dell'Unione europea, che rappresentano il 92% degli scambi al di fuori dei confini nazionali.
Sul fronte importazioni, invece, il flusso in entrata dalla Germania, principale partner commerciale, è stato di 1,16 miliardi di euro, +1%. In generale, l'import ha subito una contrazione del 5,8% a 6 miliardi di euro.
stats