A Futurenet la licenza per una nuova linea di abbigliamento Puma

L’azienda di Padova ha sottoscritto con Puma un accordo di licenza di cinque anni per la produzione e la distribuzione mondiale di una nuova linea di abbigliamento casual firmata con il marchio sportivo tedesco. Futurenet detiene già per Puma la licenza per la collezione Puma Black Station, che include le linee Nuala e Platinum. Stefano Martinetto, a capo dell’azienda italiana, prevede che la nuova linea, disponibile in 200 negozi in Europa e in Usa dalla prossima primavera, possa raggiungere un fatturato superiore ai 20 milioni di euro nei prossimi anni. Futurenet, fondata nel 1998 come azienda importatrice dei marchi Evisu e Fake London, ha conseguito nel 2001 un fatturato di 11 milioni di euro e ha stimato una crescita del 30% per l’anno in corso. Nell’ottobre 2000 il 30% di Futurenet è stato acquistato dal calzaturificio Testoni di Bologna. Il marchio tedesco, dal canto suo, sta registrando un andamento in costante ascesa. Dopo un 2001 chiuso a quota 598,1 milioni di euro, le previsioni sul 2002 parlano di un ulteriore incremento del 40% del fatturato consolidato (vedi fashionmagazine.it del 5 giugno).
gd
stats