A Milano Boeri si dimette e in Rete dilaga il finto bacio alla Benetton

La notizia era già nell'aria, ma ora è ufficiale: Stefano Boeri, assessore alla Cultura del Comune di Milano ha rimesso le deleghe - compresa quella della Moda - al sindaco, compiendo una scelta da lui stesso definita "difficile" e che ha scontentato molti. Come dimostra la rivisitazione della campagna Benetton con il bacio con Giuliano Pisapia, che sta spopolando in Rete con l'auspicio di una riconciliazione.
Tocca ora al primo cittadino valutare il da farsi, dopo i dissapori degli ultimi giorni. Nello specifico, l'assessore alla Cultura si era espresso contro il Museo di Arte Contemporanea a City Life, ma questo era stato solo l'ultimo episodio di una serie di frizioni con il sindaco. Nel corso della giornata sono stati diversi i tentativi di mediazione tra Pisapia e l'assessore da parte del Partito Democratico.
L'uscita di scena di Boeri arriva in un momento molto delicato per la moda milanese, a poche settimane dall'inizio del periodo di sfilate. Nell'agenda dell'assessore infatti spiccavano diversi temi urgenti per il fashion system cittadino: dalla scelta delle location per le passerelle di Milano Moda Donna, con il cortile del Castello Sforzesco in pole position, all'assegnazione di uno spazio - che Boeri aveva individuato nel Palazzo delle Scintille nell'ex Fiera - dedicato alla Camera Nazionale della Moda, dove realizzare un museo e ospitare il Fashion Incubator.
Tornando alla cronaca e alle dimissioni di oggi, sono state diverse le iniziative "indipendenti" tra i fans dell'architetto, volte a favorire una riappacificazione: il collettivo milanese di designer Esterni ha infatti rivisitato la recente campagna pubblicitaria di Benetton, che ha causato grandi polemiche, dedicandola ai due ex contendenti alle primarie del centrosinistra per Palazzo Marino.
Sul sito è apparso un fotomontaggio di Pisapia e Boeri che si baciano, con la scritta Unhate. La foto, che sta spopolando sul web, è stata anche postata da un simpatizzante sulla bacheca di Boeri, accompagnata da un appello del collettivo, che chiede la ricomposizione della rottura avvenuta in questi giorni tra i due. Un messaggio che vede tra i firmatari anche molti creativi e artisti come il fotografo Gabriele Basilico, l'architetto Luca Molinari e il regista Maurizio Nichetti.
an.bi.
stats