A Milano la moda donna sfilerà al Castello. Richmond e Scervino studiano il tendone

Archiviate le sfilate maschili, a Milano si pensa già alla fashion week della donna, in calendario dal 22 al 28 febbraio. Tra le novità c'è il tendone da 800 posti che, dopo le proteste sulla collocazione in piazza Duomo, si sposterà nel cortile del Castello Sforzesco (nella foto, la sfilata di Trussardi alle scorsa fashion week femminile): la Camera Nazionale della Moda Italiana ha avviato una gara per valutare i preventivi per costruire la tensostruttura.
Lo spazio - che la scorsa stagione era stato utilizzato da Trussardi per la sfilata del centenario - sarà destinato a ospitare solo alcuni show, quelli più densamente affollati, mentre per i défilé minori la Cnmi metterà a disposizione le location di Palazzo Clerici e del Filologico. Tra le maison che starebbero prendendo in considerazione l'ipotesi del Castello ci sarebbero John Richmond - che rinuncerebbe dopo anni al tendone ai giardini di Porta Venezia - ed Ermanno Scervino.
Ancora non è ancora stato reso noto quanto la Cnmi dovrà versare alle casse del Comune per ottenere la nuova prestigiosa location, ma da un'intervista al presidente Mario Boselli pubblicata su La Repubblica di oggi che la Camera chiede a Palazzo Marino uno sconto di 200mila euro sul prezzo da pagare. "Sono le spese che abbiamo dovuto affrontare quando, a settembre dello scorso anno, a causa delle proteste dell'associazione dei partigiani, siamo stati costretti a traslocare dalla Loggia dei Mercanti, dove era tutto pronto per le sfilate, al tendone di piazza Duomo - afferma il numero di Cnmi - . Quel trasferimento c'è costato 200mila eruro. Il Comune lo sa da tempo".
Come si comporteràla giunta guidata dal sindaco Pisapia? L'assessore alla Cultura, Stefano Boeri, finora non è entrato nel merito della questione ma, in una nota, come si legge sul quotidiano del Gruppo Espresso, ha confermato il sostegno alla moda.
an.bi.
stats