A Texmed la sfida dell'area euro-mediterranea

Più di 200 espositori dell’area euro-mediterranea, in rappresentanza di 20 Paesi, si danno appuntamento dal 14 al 16 giugno a Tunisi (presso il Parco delle Esposizioni del Kram) in occasione del salone Texmed 2006.
Un appuntamento destinato agli operatori della filiera tessile e dell’abbigliamento e alle grandi centrali d’acquisto, che ha l’ambizione di diventare un irrinunciabile punto di riferimento per stringere nuovi rapporti tra le regioni “mediterranee” produttrici di abbigliamento e la clientela europea, fortemente “corteggiata” dai competitor dell’Estremo Oriente. Da sottolineare che in Tunisia il tessile è il primo comparto per quanto riguarda le esportazioni (il primo cliente è la Francia, seguita dall’Italia) e conta 2.094 aziende, con oltre 200 mila posti di lavoro.
Quattro i campi d’azione della rassegna: co-fornitura, co-produzione e prodotti finiti; lavorazione conto terzi; materie prime e accessori; creazione e servizi. Invitata d’onore sarà la nazione del Portogallo.
Organizzata da Fenatex e Cepex in collaborazione con Cettex, Fipa, Api e la società fieristica tunisina, Texmed trova un punto di riferimento in Italia presso TdF, il cui indirizzo e-mail è info@t-d-f.com: qui è possibile iscriversi e avere tutte le informazioni utili, comprese le agevolazioni di viaggio destinate ai visitatori pre-registrati.
g.p. e a.b.
stats