A Torino il congresso nazionale di Assomoda Italia

Si è svolto sabato 15 giugno a Torino l’incontro annuale di Assomoda Italia, Associazione Italiana Agenti e Rappresentanti della Moda. Tra i temi discussi: i nuovi accordi economici collettivi, il “battesimo” della Federazione e il codice deontologico. Un congresso ricco di interventi e contenuti, dal quale sono emersi alcuni elementi positivi. A partire dall’organizzazione (ineccepibile) da parte di Modameeting: è stata così sancita, a tutti gli effetti, l’entrata dell'associazione piemontese degli agenti in Assomoda Italia. “Questo ingresso - ha spiegato Aldo Milli, presidente nazionale - costituisce per Assomoda Italia un apporto fondamentale in un’ottica di sviluppo associativo: non soltanto in termini quantitativi, ma soprattutto, qualitativi”. Continuando nella sua realazione, Aldo Milli ha posto l’accento su due aspetti fondamentali della vita e delle prospettive di Assomoda Italia: innanzitutto la nascita della Federazione che formalizzerà l’autonomia delle associazioni regionali permettendo ad Assomoda Italia di concentrarsi maggiormente su un ruolo strategico: “A un anno circa dal ‘concepimento’ al congresso di Pescara – ha sottolineato Milli - possiamo dire che oggi è il giorno della nascita ufficiale della Federazione. Rimanderei però il battesimo in occasione di una grande manifestazione come Pitti Immagine Uomo o Momi: prima dobbiamo confrontarci sulle regole operative che dovrà avere questa Federazione e non soltanto sullo statuto”. Altro step fondamentale, la realizzazione del primo codice deontologico degli agenti: “La deontologia professionale può effettivamente essere il terreno su cui operare – ha continuato Milli – per consentire al rappresentante moda di proporsi in termini qualitativi sia sul mercato sia nei confronti degli interlocutori”. Dopo un’attesa più che decennale, il rinnovo degli Accordi economici collettivi - ben illustrato e sintetizzato dall’avvocato Riccardo Pagani - è stato senza dubbio l’argomento più scottante e discusso del convegno. Tra i relatori, oltre a Milli e Pagani (consulente legale di Assomoda Lombardia): Leopoldo Rovera, presidente Modameeting, Guido Ceva, vice presidente Modameeting, Massimo Billi, membro giunta esecutiva Assomoda Italia, Antonello Marzolla, segretario nazionale Usarci e Massimo Costa, segretario generale Assomoda Italia. Nella parte pomeridiana del congresso, aperta al dibattito, hanno suscitato particolare interesse gli interventi di Maria Luisa Pasutto, presidente Assomoda Lombardia, Giulio Di Sabato responsabile immagine Assomoda Lombardia e Andrea Rossi, presidente Giovani imprenditori Assomoda Lombardia. Il resoconto dettagliato del convegno verrà pubblicato in uno dei prossimi numeri di Fashion.
e.c.
stats