A Vicenza la crème della gioielleria

Fino al 26 maggio la città veneta diventa punto di riferimento per le eccellenze della produzione orafa e gioielliera, con Vicenzaoro Charm (da domani a mercoledì prossimo in fiera) e Vicenzaoro About J (da oggi a domenica), che riparte dall’esclusiva location della Rotonda, villa palladiana assunta a patrimonio dell’umanità dall’Unesco.
Vicenzaoro Charm sarà inaugurata domani dal presidente di Fiera di Vicenza Roberto Ditri e dall’onorevole Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea per l’Industria e l’Imprenditoria. Il taglio del nastro sarà preceduto dal seminario “Quale Europa per il gioiello italiano”, promosso da Fiera di Vicenza e Provincia di Vicenza, per un confronto sui dazi nel settore manifatturiero orafo-argentiero-gioielliero made in Italy.
Ad animare il salone saranno circa 1.400 aziende provenienti da 54 province del nostro Paese e 30 nazioni estere, presenti con le collezioni estive e le anticipazioni del prossimo autunno-inverno. Sono attese delegazioni commerciali da 26 Stati, in primis dall’ex Unione Sovietica, dai Balcani e dall’area del Far East, ma anche da America e Australia, Norvegia e Israele.
Evento nell’evento, About J riparte dunque da Vicenza (dopo l’esperienza milanese) scegliendo le sale affrescate da Alessandro Maganza e Lodovico Dorigny di Villa Capra, detta “La Rotonda” (eccezionalmente concessa dal Conte Lodovico di Valmarana) per ospitare le creazioni di 16 espositori, che hanno così modo di dialogare con buyer provenienti da Stati Uniti, Russia, Cina, Giappone, Arabia Saudita, India ed Europa.
”L’edizione 2010 della rassegna costituisce una valorizzazione degli investimenti fatti finora da Fiera di Vicenza con la creazione del brand About J – spiega una nota –. L’ente ha ritenuto di dover ricondurre l’evento nell’ambito delle tre manifestazioni internazionali orafe, per ottimizzare le risorse e gli impegni profusi dagli stessi operatori”.
a.t.
stats