Abercrombie & Fitch: quarter in calo, tempo di "strategic review" per Ruehl

Dopo un trimestre difficile, il retailer americano Abercrombie & Fitch ha annunciato che procederà a una "revisione strategica" di Ruehl: non si esclude dunque l'annuncio di una vendita o della sospensione di questo lifestyle brand. Confermati i progetti in Italia: entro l'anno fiscale 2009 è previsto l'opening milanese e si annuncia un'inaugurazione sul nostro territorio anche per Hollister & Co..
Nelle 13 settimane chiuse lo scorso 2 maggio la società con quartier generale nell'Ohio ha incassato un calo del 24% delle vendite nette, che si sono attestate a 612,1 milioni di dollari, contro i precedenti 800,2 milioni, con segni meno a doppia cifra per tutti i rami di attività: nel caso di Ruehl, concept lanciato nell'autunno 2004 con un'ispirazione "Greenwich Village", il fatturato netto ha superato i 262 milioni di dollari, una cifra inferiore del 32% rispetto a quella dell'analogo trimestre 2008. Da qui la decisione di rivedere le strategie relative a questo brand, anche se per il momento non si sa cosa comporti in concreto questo ripensamento.
Nel commentare i risultati, il ceo e chairman of the board di Abercrombie & Fitch, Mike Jeffries, ha sottolineato come il fattore prezzo sia sempre più determinante per il consumatore in una fase le cui difficoltà sembrano senza precedenti. "Questo sarà un anno di transizione - ha aggiunto - in cui faremo di tutto per proteggere i nostri marchi, preservare la liquidità e seguire le opportunità di crescita internazionale".
A questo proposito, oltre a investire in patria su progetti importanti come un nuovo store Abercrombie & Fitch sulla Fifth Avenue - che sostituirà dal 2010 quello attualmente attivo nella più famosa strada di Manhattan - e di Hollister Co. a SoHo, il gruppo conferma che avvierà prima del termine di questo fiscal year l'atteso punto vendita milanese, preparando il terreno anche per lo sbarco nella Penisola di Hollister Co., un format quest'ultimo destinato a espandersi in territorio europeo, con la previsione di sette nuovi spazi in Gran Bretagna e uno in Germania.
Questi sono solo alcuni degli opening preventivati, che comporteranno spese nell'ordine di circa 155 milioni di dollari, più 45 milioni in information technology, centri distributivi e uffici.
A fine trimestre, il mondo A&F si riassume in 350 shop Abercrombie & Ficth, 209 Abercrombie, 507 Hollister Co., 29 Ruehl e 16 Gilly Hicks negli Usa. Inoltre, sono operativi tre Abercrombie & Fitch, altrettanti Abercrombie e cinque Hollister Co. in Canada, oltre a un Abercrombie & Fitch e tre Hollister Co. nel Regno Unito.
a.b.
stats