Abiti da sposa e cerimonia: un 2007 positivo ma frena l’export

Secondo i dati elaborati da Sistema Moda Italia, nel Belpaese il settore del bridalwear ha chiuso il 2007 con un fatturato di 310 milioni di euro, in progresso del 3,7% rispetto all’esercizio precedente. In flessione dello 0,7% le esportazioni (a quota 14,5 milioni di euro) mentre avanzano di un netto 6% le importazioni (13,8 milioni), assottigliando sempre più il saldo attivo della bilancia commerciale del comparto.
Malgrado un tasso di nuzialità di molto inferiore alla media europea e un calo costante dei matrimoni negli ultimi anni, i consumi nazionali di wedding dress sono arrivati a quota 495 milioni di euro, con un +4% sul 2006.
Intanto 10 importanti aziende del segmento hanno messo insieme le loro energie e la loro professionalità creando il club Wedding Italian Style (aderente a Smi), la cui mission è tutelare e sostenere i “veri” produttori di abiti da sposa, un patrimonio di “savoir faire”, artigianalità e genialità puramente made in Italy che è necessario difendere, incentivare e regolamentare, a partire dalla tutela dell’artefice fondamentale di ogni creazione dell’universo mariage: la manodopera femminile.
d.p.
stats