Adidas: arriva al closing l’acquisizione di Reebok

Adidas-Salomon ha concluso l’acquisizione di Reebok International: il nuovo gruppo diventa un colosso dello sportswear da 9,5 miliardi di euro. Attese per le strategie post merger, che saranno annunciate il prossimo aprile.
Con l’integrazione delle due entità, Paul Fireman non ricoprirà più il ruolo di ceo di Reebok ma sarà consulente di Herbert Hainer. Come anticipato all’inizio del mese, Erich Stamminger è stato nominato presidente e ceo per il brand Adidas, mentre l’omologo in Reebok sarà Paul Harrington (vedi fashionmagazine.it del 9 gennaio). Mark King resta in carica come presidente e ceo di TaylorMade-Adidas Golf.
Per i piani futuri il nuovo gruppo dà appuntamento ad aprile e intanto conferma che il quartier generale resterà a Herzogenaurach. Anche la base di Adidas in Nord America rimarrà a Portland, nell’Oregon. Nessuna novità anche per Reebok, che manterrà la sede a Canton, nel Massachusetts e per TaylorMade-Adidas Golf, stabile a Carlsbad, in California.
I benefici della transazione, a livello di utili, cominceranno a evidenziarsi con l’esercizio fiscale 2007, come spiegano da Adidas. Tra le sinergie che verranno a realizzarsi, è in conto anche un risparmio di costi di circa 125 milioni di euro, a partire dal terzo anno dal closing. Il cash flow risultante dal merger consentirà, inoltre, di ridurre i debiti e intraprendere nuove iniziative di crescita.
e.f.
stats