Adidas: aspettative positive per il 2005

Secondo i vertici della Casa tedesca Adidas-Salomon Ag, nel 2005 l’utile della società dovrebbe aumentare fra il 10 e il 15% e anche le vendite dovrebbero progredire almeno del 5%.
Nei primi nove mesi del 2004 le vendite si sono portate avanti del 2,7%, a quota 5,04 miliardi di euro, o del 6% a tassi di cambio costanti.
L’utile operativo ha messo a segno un +22,5% (pari a 549 milioni di euro) e l’utile netto ha ottenuto un +26,1% (pari a 295 milioni di euro).
Il core brand Adidas ha avuto un ruolo trainante, con vendite in avanzamento del 3,4% (per 4,1 miliardi di euro), mentre le vendite di Salomon hanno totalizzato 399 milioni di euro (+2,4%). Passo indietro, invece, per la divisione sul golf Taylormade: -1,9%, per 448 milioni di euro.
Sono andati a gonfie vele i mercati dell’America Latina e dell’Asia (con un incremento a doppia cifra) e piuttosto bene l’Europa, con un +3,4%. La spina nel fianco è il Nord America, con un –7,1%.
Ma il ceo Herbert Hainer è ottimista e sottolinea come, se si traccia un calcolo in dollari, le vendite in realtà abbiano progredito del 2% e come, se si considera l’anno nella sua globalità, sia probabile un segno più (da +3 a +5%) in questo territorio.
A fine settembre, negli ordini di abbigliamento della compagnia, in generale si è avuto un +8%, con un +3% nelle calzature.
L’outlook per quest’anno è di un +5% nelle vendite e di un +20% negli utili.
rp
stats