Adidas cresce nel primo trimestre e guarda ai Mondiali di calcio

Nel primo trimestre del 2010 Adidas Group ha messo a segno un fatturato di 2,67 miliardi di euro (+4%) e profitti netti di 168 milioni, contro i 5 dell’analogo quarter 2009. La società tedesca, che ha alzato l’outlook 2010 su turnover e utili per azione, prevede un impatto positivo della Fifa World Cup sulla crescita del fatturato (nella foto, un modello della collezione Y-3, disegnata da Yohji Yamamoto).
“Abbiamo cominciato l’anno alla grande, registrando ricavi trimestrali da record, spinti dall’incremento di tutti i comparti”, ha commentato il ceo Herbert Hainer. “Il segmento retail (+15%, ndr), le vendite legate all’universo football e le solide perfomance di adidas e Reebok sono stati fra i principali catalizzatori del nostro sviluppo”. Secondo i vertici del gruppo di Herzogenaurach, i ricavi di quest’anno dovrebbero mostrare un aumento “mid-single-digit”, più sostenuto rispetto alla stima “low-to-mid-single digit” diffusa a marzo, mentre l’utile per azione dovrebbe attestarsi fra 2,05 e 2,30 euro (dalla precedente previsione compresa fra 1,9 e 2,15 euro, vedi anche news del 23 aprile).
Il gruppo dello sportswear, che nei primi tre mesi del fiscal year ha totalizzato utili operativi di 260 milioni di euro (dai 58 milioni di un anno fa), ha segnato un’avanzata di fatturato nel Nord America (+10%), in America Latina (+24%) e nell’Europa occidentale (+5%), mentre la Greater China ha evidenziato un calo a doppia cifra (-20%). Pressoché invariato, infine, il giro d’affari degli altri Paesi asiatici (+1%).
d.p.
stats