Adidas prevede utili in aumento e sigla una partneship con NBA

Target di profitto rialzati e una nuova partnership con l'americana NBA: sono i punti salienti della strategia di Adidas Group per i prossimi tre anni, in seguito all'acquisizione di Reebok, presentata oggi da Herbert Hainer, presidente e ceodell'azienda.
Durante la conferenza stampa di presentazione tenuta a Londra, Hainer ha dichiarato che gli utili netti del gruppo sono previsti in aumento ogni anno, con valori a due cifre. L'incremento dovrebbe raggiungere, e forse superare, il 20% nel 2007, in seguito all'impennata delle vendite legata al torneo di calcio World Cup 2006.
Fra le opportunità principali per la creazione di ulteriori introiti, Hainer ha indicato il programma di assunzione del controllo di canali di distribuzione e nuove joint venture, come quelle già avviate in Italia e Turchia, mercati in cui si è già registrato un raddoppio delle entrate.
Altri settori in espansione sono l'abbigliamento femminile, anche grazie al successo della collezione disegnata da Stella McCartney, e una nuova collaborazione, della durata di 11 anni, fra Adidas e l'americana National Basketball Association (NBA). Secondo i termini della partnership, che dovrebbe generare introiti per un totale di 200 milioni di euro entro il 2009, Adidas produrrà e distribuirà abbigliamento, calzature e accessori a sigla NBA, in esclusiva mondiale. Attualmente gli articoli legati al fenomeno NBA sono venduti in oltre 100 mila punti vendita in altrettanti Paesi.
Hainer ha inoltre reso noti i dettagli di un piano di taglio costi di oltre 75 milioni di euro. "Non sappiamo ancora chi giocherà nella finale della World Cup 2006 - ha concluso il ceo - ma oggi possiamo confermare la vittoria di Adidas Group".
p.o.
stats