Aeffe Fashion Group: crescono utili e fatturato

Il gruppo Aeffe - produttore e distributore delle collezioni Alberta Ferretti, Philosophy di Alberta Ferretti, Narciso Rodriguez, Moschino, Jean Paul Gaultier e Pollini - chiude l’esercizio 2002 con valori in rialzo, nonostante la flessione del settore fashion. Con un utile di 10,1 milioni di euro, la società distribuirà un dividendo di 0,10 euro per azione.
I ricavi delle vendite e delle prestazioni sono risultati pari a 242,2 milioni di euro, in crescita del 3,7% rispetto ai 233,5 milioni del 2001, a parità di perimetro di consolidamento. I ricavi totali si sono attestati a 250,4 milioni di euro, con una crescita del 3,5% rispetto ai 241,9 milioni dell’anno precedente.
Il margine operativo lordo (Ebitda) è cresciuto a 38,4 milioni di euro, con un incremento del del 22,5% se confrontato con i 31,3 milioni del 2001 e con una incidenza del 15,3% sui ricavi totali (nel 2001 era stata del 13%). Il risultato operativo (Ebit) ha raggiunto i 27,3 milioni di euro, con una crescita del 37,2% rispetto all’anno prima e ha aumentato quindi la sua incidenza sui ricavi totali al 10,9% dall’8,2% del 2001. Il risultato della gestione corrente ha avuto un incremento dell’80,8% sull’anno precedente, portandosi a 23,1 milioni di euro, grazie soprattutto alla forte diminuzione degli oneri finanziari.
L’utile prima delle tasse è ammontato a 17,3 milioni di euro, pari al 6,9% dei ricavi totali, in crescita del 72,9% rispetto al 2001. L’utile netto di gruppo ha raggiunto i 10,1 milioni di euro, con un incremento del 232,0% sul 2001 anche per effetto di una minore incidenza delle imposte rispetto all’anno precedente.
Gli investimenti netti di Aeffe Fashion Group, destinati principalmente all’acquisizione di marchi e all’ampliamento della rete distributiva dei negozi diretti, sono ammontati a 15,3 milioni di euro nel 2002.
La posizione finanziaria netta è migliorata di 35,8 milioni di euro, riducendo il saldo negativo da 112,0 a 76,2 milioni di euro.
Quanto alla capogruppo Aeffe Spa, i ricavi delle vendite sono stati pari a 147 milioni di euro (+3,3%), l’Ebitda è stato di 20,8 milioni di euro (+15,4%), l’Ebit di 16,3 milioni di euro (+22,6%) e l’utile netto di 9,1 milioni di euro (+116,5 %)
A fronte di questi risultati il consiglio di amministrazione della società ha deliberato di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo di 0,10 euro alle 22.500.000 azioni ordinarie del valore di 1 euro ciascuna.
c.mo.
stats