Al Salon International de la Lingerie di Parigi oltre 27 mila visitatori

Il bilancio diramato stamane è positivo per l’edizione 2008 del Salon de la Lingerie di Parigi, conclusosi domenica 27 gennaio. 27.147 i visitatori, oltre 5 mila in più rispetto all’appuntamento dello scorso anno. "Un pubblico sempre più internazionale – dice il commento ufficiale dell’organizzazione Eurovet –. Il 63% degli ingressi è risultato relativo a operatori stranieri".
L’analisi dei risultati coglie, infatti, un lieve calo dei francesi (9.988 contro i 10.242 di un anno fa) e un deciso incremento degli stranieri: 17.159 quando erano 11.734 la scorsa edizione. L’Italia è sempre il primo Paese visitatore del salone, rappresentando il 10,2% del totale esteri; al secondo posto è la Germania (5,2%), che scavalca nella “top ten” il Belgio (4,7%). Seguono il Regno Unito (4,3%), la Spagna (4,1%) e poi Giappone, Svizzera, Stati Uniti, Paesi Bassi e Corea del Sud. In progressione del 13% la Russia e i Paesi dell’Est, mentre cresce del 6,5% anche il numero di operatori dal Medio Oriente.
Quanto all’affluenza a Interfilière – la kermesse dei tessuti e degli accessori destinati principalmente alla lingerie e al beachwear, che ha chiuso i battenti con un giorno di anticipo rispetto al Sil – sono risultati 15.037 gli ingressi, di cui 10.133 stranieri.
Con l’Italia ancora in testa (11,4%), cui si accodano il Regno Unito (6,4%) e la Germania, che sorpassa la Spagna, il Giappone, ma anche Stati Uniti, Belgio, Paesi Bassi, Corea del Sud e Svizzera.
Gli organizzatori segnalano che, sebbene i confezionisti di lingerie rappresentino il 28% del totale visitatori, i marchi di prêt-à-porter presenti in fiera sono più che raddoppiati, confermando l’apertura di Interfilière verso altri settori della moda, haute couture compresa.
m.b.
stats