Al debutto l’Abu Dhabi Fashion Week: una missione "Made in Milano" negli Emirati Arabi

Debutta dal 15 al 18 marzo l’Abu Dhabi Fashion Week, nata dalla collaborazione tra la Maven (società di consulenza internazionale nel campo della moda) e la Camera Nazionale della Moda Italiana. Special guest di questa edizione Missoni, Albino e Pucci. Contemporaneamente è stata organizzata una missione di "Made in Milano", organizzata dal Comitato Lombardia per la Moda, da Fiera Milano e dalla Camera di Commercio di Milano.
Grazie al sostegno di Aldar Properties, primario gruppo coinvolto in diverse attività immobiliari nell’area, Alice Teeuwen, presidente di Maven, ha messo a punto l’Abu Dhabi Fashion Week, progetto finalizzato a dar vita a una piattaforma di lancio per i creatori di Medio Oriente, Asia del Sud e Nord Africa (la cosiddetta zona Samena): tra loro figura anche Milia M by Milia Maroun, che ha partecipato all’ultima edizione di Milano Moda Donna.
Fondamentale nella concezione e nell’organizzazione dell’evento, che si svolgerà presso l’Emirates Palace Hotel, la consulenza di Camera Moda "con l’apporto di know-how italiano - ha detto il presidente della Camera Mario Boselli - ricambiato, tra l’altro, con l’invito, a ogni edizione, di stilisti e maison del nostro Paese in veste di special guest: questa volta i protagonisti saranno Missoni (il 15 marzo), Albino (il 16), Pucci (il 18)". Boselli si è anche detto molto orgoglioso del fatto che la scelta di Maven sia caduta sulla Camera dopo un'attenta osservazione (durata due anni) di tutte le maggiori fashion week internazionali.
In contemporanea con le sfilate di Abu Dhabi il Comitato Lombardia per la Moda e la Camera di Commercio di Milano hanno organizzato una missione negli Emirati Arabi Uniti: "La prima sistemica, con il neonato logo 'Made in Milano', di una serie previste in mercati strategici" ha precisato il presidente del Comitato Giovanni Bozzetti. Per queste operazioni su Paesi esteri è stato ideato da Beppe Modenese, presidente onorario della Camera della Moda, un cortometraggio di 15 minuti, "Milano, a world well done", che illustra l'eccellenza dello stile di vita lombardo.
"La moda è una leva estremamente efficace per la penetrazione di questi mercati" ha detto Claudio Artusi, a.d. di Fiera Milano, ente che a sua volta rientra nella nuova cornice "Made in Milano", ed è coinvolto nell'iniziativa. Infatti, se la gioielleria rappresenta la prima voce dell'export italiano negli Emirati, l'abbigliamento e gli accessori si piazzano al terzo posto. E i ritmi di crescita sono destinati a incrementarsi: una ricerca sulla stampa locale araba svolta dall'Osservatorio Internazionale della Moda per il Comitato Lombardia per la Moda tra settembre 2007 e febbraio 2008 dimostra quanto siano elevati l'indice di gradimento verso il made in Italy e la percezione delle eccellenze italiane.
c.mo.
stats