Al via a Modena Fashion Up 2002 e non solo

Dal 23 al 25 maggio si terrà nella città emiliana la terza edizione del salone rivolto alla distribuzione moderna e alle private label. Stessa data e luogo, il quartiere fieristico di Modena, per Pro-Fashion che coinvolge il conto terzi. Quest’ultimo, giunto alla sua quarta edizione, è focalizzato infatti sull’offerta di lavorazione à façon nel tessile-abbigliamento specializzato e chiavi in mano. Entrambe le manifestazioni sono organizzate da Gema. A Fashion Up 2002 saranno di scena invece le collezioni uomo e donna per la primavera-estate 2003 e i flash per l’autunno-inverno 2002/03 di circa 130 realtà produttive. Lo stile italiano coniugato a prezzi competitivi è alla base della proposta che si rivolge agli importatori esteri, alle catene del dettaglio e del franchising, agli uffici acquisti, ai grossisti e agli operatori commercali in genere. Quest’anno l’offerta merceologica si amplia per includere calzature e accessori. Per l’edizione ai blocchi di partenza sono stati conclusi accordi di collaborazione con Anibo, Associazione nazionale italiana buying office, che gestirà direttamente la sessione di incontri programmati su appuntamento fra i propri associati (i più importanti uffici acquisti per l’estero operanti in Italia) e gli espositori di Fashion Up. Durante il salone con Faid, Federazione delle imprese della distribuzione, verrà realizzato, tramite questionari distribuiti agli espositori, il monitoraggio della produzione. Obiettivo, valorizzare il made in Italy delle piccole e medie imprese e delle aziende artigiane. Negli stessi giorni a Modena si svolgerà anche Ready to Show, salone dei produttori di tessile-abbigliamento extra europei per conto terzi organizzata dalla società milanese Tdf (vedi notizia del 12/04 su fashionmagazine.it).
e.a.
stats