Al via domani l'Hong Kong Fashion Week

Si apre domani presso l'Hong Kong Convention & Exhibition Centre la più importante fiera di abbigliamento e accessori del Sud-est asiatico, in programma fino all'11 luglio. La città, liberata dall'incubo Sars, si prepara ad accogliere 470 espositori, provenienti da 12 differenti Paesi. Accanto alla manifestazione numerosi eventi e seminari dedicati ai buyer.
Organizzata due volte all'anno, l'Hong Kong Fashion Week, una sorta di "Mecca" della moda per i compratori di tutto il mondo, segna il ritorno alla normalità per l'ex colonia inglese, secondo Paese al mondo per esportazione di abiti e accessori.
La kermesse dedicata alla primavera-estate 2004 si articolerà in tre principali sezioni (Fashion Gallery, International Fashion Designers Showcases e Garment and Accessories Mart) e si aprirà domani con una novità, l'Hong Kong Fashion Splash, un cocktail party in cui verranno presentate a ritmo di musica le collezioni di 50 stilisti e marchi, tra cui Vivienne Tam, Ruby Li, Virginia Lau, Episode e Baboon. "I mesi passati sono stati molto difficili, ma la fiera offre un'eccellente opportunità per mostrare quello che possiamo fare. L'Hong Kong Fashion Splash sarà un piccolo assaggio di quello che la settimana della moda offrirà", ha dichiarato Anne Chick, senior exhibition manager dell'Hktdc (Hong Kong Trade Development Council), società organizzatrice della Hong Kong Fashion Week.
Sempre durante la prima giornata sfileranno i 12 finalisti dell'Hong Kong New Fashion Collection Award, terza edizione del concorso organizzato per incoraggiare le aziende locali a sviluppare il proprio nome, creando e producendo linee autonome. Le collezioni, frutto di una stretta collaborazione tra imprese e giovani designer, saranno divise in due categorie: Casual Wear e Occasional Wear.
Nell'ambito dell'esposizione quattro seminari presenteranno ai buyer le nuove tendenze riguardo ai materiali e colori per l'autunno-inverno 2004/05.
s.p.
stats