Al via domani la 68esima edizione di Pitti Immagine Uomo

Parte domani, per concludersi il 25 giugno, la 68esima edizione di Pitti Immagine Uomo, la rassegna fiorentina dedicata alle collezioni maschili per la primavera/estate 2006. 634 le aziende presenti in Fortezza e numerosissimi gli appuntamenti in programma, a partire dall’inaugurazione della mostra “L’Altro jeans. Il faut laver le jean de ses idées”, dedicata al percorso stilistico di Marithé e François Girbaud, in calendario domani sera.
L’evoluzione della moda maschile è rappresentata a Pitti Uomo attraverso dieci sezioni, che si richiamano ai tre grandi filoni del classico (Pitti Uomo, Futuro Maschile, Uppercasual, Affinità Elettive), dell’informale (Sport & Sport, Ynformal, New Beat(s), Urban Panorama) e dell’avanguardia (L’Altro Uomo, Fashion/Design). Un percorso stilistico il cui fil rouge, in questa edizione, è sintetizzato dal titolo-tema “Stress fresh”, curato da Laboratorium con Lorenzo Stralanchi: un allestimento che mira a trasformare la Fortezza da Basso non solo in luogo di business, ma anche di entertainment, grazie a intervalli “rinfrescanti” d’arte, d’acqua e colori. “The white side of life” è invece il titolo del concept (firmato da Nicola Gallizia) di New Beat(s), la sezione speciale con le collezioni al debutto alla kermesse, che in questa edizione arrivano a quota 14.
Tra new entry e rientri sono però 50 i nomi nuovi del Pitti Uomo numero 68, tra i quali si segnalano Belfe, Canterbury of New Zealand, Gentry Portofino, Hvana, Indigo Eccentric by Pepe Jeans, Krizia Uomo e Ryutso, solo per citarne alcuni. In totale i marchi presenti arrivano così a 807, dei quali 288 stranieri (il 35,6% del totale).
Tra le anteprime assolute della rassegna fiorentina, da segnalare anche le nuove linee di due grandi stilisti della scena internazionale: i progetti Raf by Raf Simons (presentato da FutureNet) e Y di Yohji Yamamoto. Senza dimenticare le due iniziative legate alla nautica: Riva, linea di abbigliamento, accessori e oggetti ispirati a uno dei più noti marchi di nautica del mondo e la nuova collezione ufficiale della 32nd America’s Cup, realizzata da Murphy e Nye.
Pitti Uomo fungerà anche da contenitore creativo e luogo d’incontro per tre eventi speciali realizzati da Pitti Immagine in occasione della manifestazione: domani sera alla Stazione Leopolda alle 19 si inaugura “L’Altro jeans. Il faut laver le jean de ses idées”, una mostra dedicata al percorso stilistico di Marithé e François Girbaud, mentre giovedì alle 21.30 (sempre alla Leopolda) protagonisti saranno Howie B. e Dj Spooky, due degli artisti-icona della dj culture, con il concerto-evento “Pitti JunEmotion 2005”. Venerdì 24 giugno (a partire dalle 18.45) sarà la volta di “Raf Simons 1995-2005”: un evento in tre parti (una video-installazione, una monografia e una sfilata), in programma negli spazi del Giardino di Boboli, per festeggiare i dieci anni di carriera del designer belga.
Tra gli appuntamenti di domani, anche la consegna del Premio Pitti Immagine Uomo 2005 a Renzo Rosso e il Premio Pitti Immagine alla carriera ad Adriano Goldschmied, in occasione dell’inaugurazione della kermesse. Giovedì 23, invece, sarà conferito il Premio Fabio Inghirami, dedicato ai giovani talenti della moda.
Fittissimo naturalmente il carnet degli eventi à côté che animeranno la scena fiorentina, tra cui la mostra fotografica di Ruy Teixeira “Scatto Sottsass – Omaggio a Ettore, con la quale Allegri rende omaggio al grande designer italiano; gli incontri con la stampa proposti dal gruppo Mistral (mercoledì 22); la cena di gala di Classico Italia al giardino di Boboli (giovedì 23); il party di Lacoste, in collaborazione con Vogue Sport a Villa La Pietra, per il lancio ufficiale della campagna firmata David Sims (mercoledì 22); la tappa fiorentina del summer tour 2005 di “Crazy Duck”, al Meccanò, con il lancio dell’ultimo disco del dj Francesco Farfa (venerdì 24); la partita di polo e il party organizzati da La Martina Polo Player Gear all’Ippodromo delle Cascine (giovedì 23); il lunch di Pal Zileri all’Harry’s Bar (giovedì 23) e tantissimi altri.
Senza dimenticare il secondo appuntamento con Pitti Immagine Rooms, in scena nelle Limonaie di Palazzo Corsini sul Prato, con un allestimento curato da Sergio Colantuoni.
a.t.
stats