Al via domenica il Mido: in fiera tante novità, anche griffate, al debutto

Tutto pronto per la 42esima edizione di Mido, il salone dell'occhialeria di scena dall'11 al 13 marzo a Fieramilano Rho-Pero, presentato oggi a Milano con una conferenza stampa moderata da Cristina Parodi. Oltre 1.100 espositori, di cui il 60% dall'estero (con oltre 150mila modelli), accoglieranno un pubblico che lo scorso anno ha oltrepassato i 42mila visitatori. Tante le novità, dalla partnership De Rigo/Lanvin, a Marchon che fa il conto alla rovescia per il lancio degli occhiali Chloé e non solo.
"Le tendenze principali dell'eyewear per la stagione in arrivo - ha anticipato stamattina la blogger Silvia Paoli - hanno come base comune il senso d'incertezza diffuso in questo momento storico. Gli occhiali delle varie aziende, pur raccogliendo spunti spesso contrastanti, sono tutti espressione di un modo di reagire alla crisi". Una prima via d'uscita è senz'altro l'evasione e così nasce il trend "Playful details", perfetto per i party e la vita mondana, dominato dal verde menta, dai glitter (anche per l'uomo) e da particolari curiosi come le aste-stiletto. "Clinical" riunisce invece i modelli più rigorosi e puliti. Gli ingredienti sono tanto bianco e mascherine che suggeriscono un bisogno di protezione. Si rivolge a coloro che decidono di gestire la precarietà con un forte contributo personale la categoria "Do it yourself", dove la costante è l'artigianalità e l'occhiale segue l'onda dei social network, trasformandosi in uno strumento di condivisione delle proprie passioni. Trova infine rifugio nei valori del passato, riadattandoli al terzo millennio, "Future vintage", che enfatizza le forme dei decenni più fashion del secondo Novecento con una forte proiezione verso il futuro.
Oltre allo stile, Mido dedica grande attenzione alla cura dell'occhio, anche fuori dal salone. Nel fine settimana, infatti, due unità oftalmiche mobili di Iapb Italia (Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità) offriranno ai cittadini test gratuiti della vista, spostandosi in vari punti di Milano. Un presidio fisso resterà intanto attivo da sabato a martedì 13 al centro commerciale Milanofiori di Assago. "L'obiettivo - spiega Vittorio Trabacchi, presidente della Commissione Difesa Vista - è sensibilizzare gli italiani a non trascurare i loro occhi. Dati recenti hanno rivelato che il 30% della popolazione li espone liberamente al sole, mentre circa il 20% degli adulti non ha mai fatto un controllo oculistico. Per questo abbiamo inoltre sviluppato un'applicazione per iPhone, iPad e smartphone che informa sull'intensità dei raggi Uv e consiglia metodi per difendersi dai loro effetti".
Tra le novità dei grandi player in fiera, da segnalare il debutto di Lanvin, recentemente acquisito in licenza da De Rigo, mentre Marchon si prepara al lancio dell'intesa con Chloé, in partenza ai primi di settembre e Safilo è pronto per quella con Polaroid, che partecipa separatamente ma entrerà nell'orbita del colosso padovano a metà marzo. Interamente dedicato a Persol e al progetto artistico "A work of Persol" l'allestimento di Luxottica. Da Marcolin si fa il conto alla rovescia per la liaison con Balenciaga, dopo che è stato rinnovato in anticipo il deal con Dsquared2. Quanto a Cutler and Gross, recente è l'annuncio che si occuperà della nuova linea di eyewear di Alberta Ferretti e di una capsule per Pollini. Intanto Italia Independent introduce il suo nuovo concept: una serie di shop in shop nei negozi di ottica dove insieme all'eyewear saranno distribuiti anche gli altri prodotti della label.
In occasione di Mido, torna l'appuntamento con il tabloid di Fashion dedicato al mondo degli occhiali: uno speciale in formato quotidiano sarà in distribuzione gratuita da domani.
c.le.
stats