Al via la procedura antidumping contro la Cina su tutte le calzature in pelle

Dopo l’avvio di una procedura antidumping contro India e Cina per l’import di calzature di sicurezza, viene pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale dell’Ue l’annuncio ufficiale dell’avvio di un’indagine investigativa antidumping per tutte le calzature in pelle, con esclusione delle scarpe sportive, contro Cina e Vietnam. Un risultato definito storico dall’Anci, l’associazione dei calzaturieri italiani.
“Sono particolarmente soddisfatto di questo risultato - ha dichiarato Rossano Soldini, presidente dell’organizzazione di categoria - perché si tratta dell’implicito riconoscimento, da parte della Commissione, che esiste un problema con la Cina e che le nostre ragioni non sono quelle del protezionista, ma di chi vuole stabilire regole valide per tutti”.
“Nei prossimi giorni attendiamo il conseguimento di un’altra importante priorità associativa: quella della marchiatura obbligatoria di origine per i prodotti extra Ue”, ha aggiunto Soldini.
La procedura dovrebbe durare 15 mesi, ma è facoltà della Commissione applicare dazi temporanei già tra due mesi e fino al nono mese dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’annuncio.
stats