Al via oggi Lineapelle e Simac

Parte oggi a Bologna Lineapelle, la più importante rassegna mondiale di materiali per calzatura, pelletteria, abbigliamento e arredamento, in programma fino a giovedì. Gli espositori sono oltre 1.400, su 53.000 metri quadrati netti: sono coinvolti operatori da 52 Paesi per i nuovi campionari relativi all’estivo 2006. Al via anche Simac, vetrina della tecnologia per l'industria calzaturiera e pellettiera.
La superficie occupata rimane sostanzialmente inalterata per i settori conceria e sintetico, mentre appare in flessione per i produttori di accessori e componenti, segno di una crisi causata da una situazione congiunturale così pesante, che ha indotto Cotance, la confederazione delle associazioni conciarie europee, ad avviare una singolare iniziativa. L’organismo che ha sede a Bruxelles, infatti, ha scritto una lettera che illustra i più importanti problemi del settore, indirizzata agli europarlamentari e accompagnata da un tappetino in cuoio per il mouse, realizzato con pellame “made in Italy”, sopra il quale sono riprodotti la cartina dell'Europa comunitaria e lo slogan "Working for the leather industry in Europe".
Contemporaneamente a Lineapelle, ma con chiusura venerdì, è in programma il Simac, il salone della tecnologia per l’industria calzaturiera e pellettiera. Le aziende in mostra sono 335, in linea con il 2004, mentre è calata la superficie occupata. La novità più curiosa di questa edizione è “Sinergy For Leathergoods”: uno spazio-laboratorio di 500 metri quadrati nel padiglione 34, all’interno del quale cinque imprese costruttrici di tecnologia per il settore pellettiero hanno realizzato quella che dovrebbe essere una struttura ideale per la produzione finale. Quattro aziende del Consorzio Centopercento Italiano (Bianchi & Nardi, Lotti Gianfranco, Sapaf e Vergelli junior) si alterneranno così nella realizzazione di borse ed oggetti di piccola pelletteria che verranno dati in omaggio ai visitatori.
a.m.
stats