Al via un nuovo corso per il salone inglese Pure

Continuano i cambiamenti nel panorama fieristico inglese. Nel 2003 la vetrina della moda femminile Pure cambia concept e, per la prima volta, si apre alle proposte al maschile. Più spazio allo youngwear e agli accessori. In seguito alla scomparsa dal calendario fieristico inglese delle fiere 40 Degrees sulla moda giovane e Premier su quella femminile, il più importante salone del womenswear in Gran Bretagna, Pure, rinnova la propria impostazione. Secondo un concept nuovo di zecca, gli organizzatori dell’ente I&E (joint venture fra Igedo e Emap Fashion) articolateranno la rassegna in sei settori: "Pure Elan", per le collezioni bridge e contemporary; "Pure Vision", ovvero la moda firmata con un accento particolare su creatività e originalità; "Pure Life", con i brand unisex e lifestyle; "Pure Essential", sinonimo di una selezione di proposte classiche e casual; "Pure Spirit", vetrina dei brand giovani; infine "Pure Accessories", esclusivamente dedicato agli accessori, un settore in crescita. Con l’introduzione di "Pure Life", la manifestazione - precedentemente dedicata solo alla donna - si apre per la prima volta al menswear, mentre "Pure Spirit" dovrebbe attirare, nelle intenzioni degli organizzatori, i marchi che in precedenza esponevano a 40 Degrees. In primo piano anche lo sviluppo di "Pure Accessories", generato dall’aumento del 50% nelle presenze di buyer di questo settore alla scorsa edizione. La prossima sessione della rassegna avrà luogo al centro espositivo londinese Olympia dal 16 al 18 febbraio 2003.
p.o.
stats