Alan Greenspan rassicura: il calo dei consumi Usa è solo temporaneo

Nel corso di un’audizione al Senato Alan Greenspan, presidente della Federal Reserve Bank, ha dichiarato che il calo dei consumi del mese scorso è stato solo un fenomeno temporaneo.
Molti analisti si erano dichiarati fortemente preoccupati per la frenata del mese scorso (vedi fashionmagazine.it del 15 luglio 2004), ma ora le dichiarazioni del presidente della Fed rassicurano i mercati e anche gli esportatori italiani.
Greenspan ha evidenziato che l’impasse momentanea è spiegabile con la vampata inflazionistica alimentata dall'aumento indiscriminato del prezzo del petrolio: un fattore, dunque, transitorio. Più cautela da parte del “maestro” sul futuro dell'economia americana: non è certo, infatti, che l'attuale momento favorevole duri nel tempo.
Secondo un documento presentato oggi al Congresso dalla Fed, la crescita del Pil statunitense nell'anno in corso dovrebbe attestarsi fra il 4,5 e il 4,75%, mentre nel 2005, le previsioni sono più negative, con un'oscillazione fra il 3,5 e il 4%. La disoccupazione, oggi al 5,6%, dovrebbe comunque diminuire al 5,25% entro fine dicembre 2004, per poi calare al 5% al 31 dicembre 2005.
c.mo.
stats