Alessandro Oteri: Emanuela Barilla rileva il 20% della società

Dalla pasta alla moda: la rampolla più giovane della famiglia Barilla si cimenta nel segmento fashion attraverso l’acquisizione del 20% della Alessandro Oteri, sinonimo di scarpe e accessori esclusivi fatti a mano. Nella nuova compagine societaria anche Galvano Landi di Chiavenna, nel ruolo di amministratore unico.
La storica casa specializzata nel settore alimentare – che recentemente ha compiuto 130 anni – entra dunque in contatto con il mondo del lusso, scegliendo una realtà conosciuta sul mercato grazie ai propri prodotti artigianali e made in Italy.
La nuova fisionomia societaria si è profilata nei mesi scorsi, successivamente al passaggio dell’intero pacchetto azionario da Alessandro Oteri – che rimane proprietario dell’etichetta e direttore creativo – ai nuovi soci: oltre a Emanuela Barilla, Galvano Landi di Chiavenna (manager con una lunga esperienza nel gruppo parmense, soprattutto focalizzata sulla divisione “Le tre Marie”), che detiene la maggioranza e la carica di amministratore unico. A gestire marketing, comunicazione e distribuzione è arrivato invece un ex manager Ferragamo, Francesco Poggesi.
”Il nostro obiettivo – spiega Alessandro Oteri – è di puntare sullo sviluppo distributivo sia in Italia, sia all’estero, con il potenziamento del canale wholesale e un posizionamento top level, in grado di valorizzare l’esclusività e l’artigianalità dei prodotti”. Nella tabella di marcia figurano, oltre al nostro Paese, soprattutto gli Usa, grazie a un link con i department store più importanti.
a.t.
stats