Alta moda a Roma: i progetti della neo-presidente Nicoletta Fiorucci

Ha aperto ieri i battenti presso l’Auditorium Parco della Musica la kermesse dell’alta moda capitolina. Nella tradizionale conferenza stampa di apertura tenuta dal neopresidente, Nicoletta Fiorucci, e dall’a.d. Adriano Franchi, particolare attenzione è stata posta alla promozione dei giovani stilisti e al progetto speciale denominato "Ethical Fashion".
“Ho raccolto con entusiasmo la carica di presidente di AltaRoma – ha esordito Nicoletta Fiorucci – e sono molto grata per la fiducia ad Andrea Mondello, presidente della Camera di Commercio di Roma, e per il lavoro svolto in precedenza da Stefano Dominella, vero paladino dell’alta moda romana, che nel corso degli anni ha creato e consolidato il ruolo di AltaRoma all’interno del calendario internazionale”.
Un ulteriore ringraziamento della neo-presidente è andato alla struttura della società consortile, che “in questi sette mesi senza guida ha comunque garantito la realizzazione dell’ultima e della presente edizione” ha precisato Nicoletta Fiorucci. “Lavorerò timidamente al futuro sulla base della continuità con il passato - ha dichiarato - per valorizzare alcuni temi quali la connotazione artigianale dell’haute couture, la promozione di nuovi talenti e la moda come portatrice di valori etici e sviluppo sostenibile”.
Proprio su questo particolare progetto, denominato “Ethical Fashion”, Adriano Franchi, a.d. riconfermato di AltaRoma, ha precisto che “si tratta di un progetto a forte valenza economica, con la finalità di creare realtà imprenditoriali nei Paesi in via di sviluppo”. L’iniziativa di AltaRoma in collaborazione con l’International Trade Center - agenzia con base a Ginevra di raccordo tra l’Onu e il World Trade Organization - è stata presentata questa mattina al Tempio di Adriano.
g.ga.
stats