Altromercato presenta Auteurs du Monde, il fashion etico di Marina Spadafora

Altromercato, la più grande organizzazione di fair trade in Italia e la seconda nel mondo, ha presentato il suo brand di womenswear Auteurs du Monde, frutto della collaborazione con la stilista Marina Spadafora. Una collezione donna interamente realizzata in fibre naturali e confezionata a mano dagli artigiani dei circa 20 Paesi coinvolti nel progetto.
Artigiani che Marina Spadafora non perde mai di vista, non solo per mostrare ai tessitori i bozzetti dei nuovi modelli da produrre, ma anche per portare avanti un'instancabile attività di ricerca tra i mercati locali, dove per esempio ha scoperto i ricami della comunità H'Mong, inseriti poi sulle borse di canapa della linea accessori. "I nostri collaboratori - spiega la designer, che in passato ha collaborato anche con Ferragamo e Prada - lavorano in un ambiente pulito e sano, percepiscono una paga adeguata, ricevono assistenza sanitaria e educazione per i propri figli, come impone il marchio 'fair trade'. Hanno inoltre la garanzia della continuità del loro impiego".
Nella collezione spiccando le tuniche (rivisitate), cui si affiancano le gonne in khadi cotton, il tessuto indossato da Gandhi, ma anche pantaloni e short in puro lino, insieme a top e giacche felpate in cotone biologico. "Per le sere fresche d'estate abbiamo il cardigan in fibra di banano, confezionato in Nepal - aggiunge il direttore creativo - mentre un'altra scelta all'insegna della sostenibilità è quella di riciclare i sari (gli abiti tipici delle donne indiane) che non vengono più utilizzati".
Una sfida importante per Altromercato, che si arricchisce di un vero brand dedicato al fashion: "Da anni cerchiamo la formula giusta per il comparto abbigliamento - spiega Pierluigi Traversa, direttore marketing della catena di commercio equo e solidale -. Essendo specializzati e noti soprattutto per il food, abbiamo dovuto creare un'etichetta a sé stante, affidandoci a un'ambasciatrice della moda sostenibile".
L'obiettivo, adesso, è aprire 20 negozi in tre anni e circa 100 corner in altrettante botteghe Altromercato. Intanto, sono già operativi i punti vendita di Milano in via Mercato 24, Torino in via Garibaldi 14c, Trento in via Oss Mazzurana 35 e Roma in via di Ripetta 262.
c.le.
stats