Alviero Martini: disdetto il contratto dello stilista-fondatore

Il contratto che legava Alviero Martini alla griffe che porta il suo nome è stato disdetto oggi. Lo rivela una notizia diffusa dall'Ansa.
Come riporta l'agenzia di stampa, il fashion designer - che ha dato vita alla griffe nel 1990 - pur essendo ancora consigliere d'amministrazione della società (di cui nel 2003 ha ceduto il controllo a Final) ha avuto la disdetta anticipata del suo contratto come stilista.
In una lettera, Luisa Angelini (presidente della Alviero Martini e della Final), lo ha messo al corrente della decisione, che ha lasciato Martini "attonito e sorpreso, visto che questa mossa giunge senza alcuna analisi, verifica né discussione tra le parti".
Il direttore generale Antonella Memo replica che "non esistono modalità migliori o peggiori per risolvere un rapporto. Alviero Martini aveva con noi un rapporto di consulenza: per rispetto verso di lui, la proposta è stata portata in Consiglio di Amministrazione". Memo aggiunge che la Maison andrà avanti con l'attuale struttura creativa aziendale. "In sostanza - specifica - torniamo a essere una realtà focalizzata sulla pelletteria, anche se il marchio 'I Classe Alviero Martini' continuerà a presentarsi con la moda donna, uomo e bimbo". Sempre secondo la testimonianza di Antonella Memo riportata dall'Ansa, quest'anno la Alviero Martini dovrebbe chiudere i conti tra il pareggio e un piccolo attivo, un risultato notevole "visto che siamo partiti dal profondo rosso del 2004".
a.b.
stats