Anche Giulio di Sabato (Assomoda) con Boselli a favore dell'anticipo delle date delle fiere

Si accende il dibattito intorno alla necessità o meno di modificare il calendario delle fiere di abbigliamento e accessori femminili di Milano. Ieri Mario Boselli, presidente della Cnmi, aveva suggerito di anticipare le date al momento di presentazione delle pre-collezioni in showroom. Proposta che che trova l'appoggio anche di Assomoda e del suo presidente Giulio di Sabato, titolare di Sari Spazio.
"Mettere mano al calendario è necessario", ha detto di Sabato a fashionmagazine.it, "e parlo sia in qualità di presidente dell'associazione sia in veste di imprenditore: il sistema fieristico di Milano si è molto indebolito, mentre la piazza Parigi nelle ultime stagioni si è rafforzata. Questo è successo perché a febbraio e a settembre, quando tradizionalmente si svolgono i nostri saloni, è già stato venduto l'80% delle collezioni".
Il consiglio del presidente di Assomoda è quello di costruire intorno al momento di presentazione delle pre-collezioni (gennaio e luglio) una nuova manifestazione "dove raccogliere oltre alle fiere di abbigliamente e accessori, anche alcune sfilate, certo non quelle delle grande griffe che devono mantenere la loro attuale collocazione".
an.bi.
stats