Anche i calzaturieri italiani a Pure London

Dall’8 al 10 febbraio prossimi si svolgerà Pure London, il più importante salone inglese dell’abbigliamento e degli accessori. Alla kermesse londinese, dedicata alle collezioni autunno-inverno 2009/2010, parteciperà anche Anci con una collettiva di 18 aziende calzaturiere del Belpaese.
La manifestazione britannica ha richiamato la scorsa edizione 800 marchi (fra apparel, complementi del look, footwear, premium denim e giovani talenti), di cui 220 new entry e fra queste ben 80 lanciavano la loro linea in concomitanza dell’evento. Alla rassegna al via domenica, oltre alla presenza dell’Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani con il meglio della produzione della Penisola, spiccano novità come la sezione Ethical, 12 British new upcoming designer che animeranno “Spirit Village”, l’area dedicata ai brand unisex.
“La partecipazione di Anci a Pure - afferma il presidente Vito Artioli - si caratterizza come un appuntamento privilegiato per il prodotto italiano. Questo salone rappresenta infatti un’occasione per far conoscere ancor di più le nostre calzature in Inghilterra, ma anche momento di confronto fra produzione e distribuzione, al fine di soddisfare i cambiamenti e le nuove esigenze del mercato, sempre all’insegna dello stile e della qualità made in Italy”. Nei primi nove mesi del 2008, le esportazioni di calzature dall’Italia al Regno Unito sono arretrate a 317 milioni di euro, in flessione dell’11,3% rispetto all’analogo periodo del 2007.
Oltre al sostegno e alla promozione delle scarpe del Belpaese, Anci guarda anche ai nuovi linguaggi comunicativi: l’associazione ha indetto un concorso per far raccontare ai creativi di tutto il mondo il “loro” made in Italy calzaturiero. Per saperne di più, il bando della competition è consultabile sul sito http://it.zooppa.com.
d.p.
stats