Anci scommette sui Paesi della Csi

Archiviata l’ultima edizione di Micam, l’Associazione Nazionale Calzaturifici Italiani si concentra sul fitto calendario di iniziative dedicate all’internazionalizzazione, preparandosi ai prossimi appuntamenti nell’area della Csi, mercato di sbocco dal quale si auspicano input positivi per la ripresa dell’export.
Primo in ordine di tempo sarà Obuv Mir Kozhi, in scena dal 13 al 16 ottobre presso i padiglioni 4 e 7 dell’Expocentr di Mosca. Alla manifestazione, organizzata da Anci in tandem con BolognaFiere, saranno presenti le collezioni della primavera-estate 2010 di circa 200 aziende italiane.
Dal 4 al 6 novembre toccherà invece a Moda Italia-Mostra Autonoma della Calzatura Italiana, esposizione prevista al Dom Priemov di Almaty, in Kazakistan. L’evento, organizzato da dall’Associazione in collaborazione con Ice, sarà occasione per presentare l’offerta estiva ai principali operatori commerciali del mercato centro-asiatico. La kermesse è aperta anche al comparto abbigliamento e accessori, per un totale di 60 aziende del made in Italy. Ice e Anci hanno anche attivato un programma di incoming di clienti provenienti da Uzbekistan, Tagikistan e Kirghizistan.
Infine, dal 9 al 10 novembre, a Kiev sarà on stage la tradizionale Mostra della Calzatura Italiana presso la Sala Eventi dell’Hotel Intercontinental, nel cuore storico della capitale. L’happening, curato da Anci con l’Ufficio Ice della capitale ucraina, “permetterà alle aziende – spiegano gli organizzatori - di incontrare gli operatori di un Paese che negli anni ha dimostrato di apprezzare sempre di più il prodotto italiano di qualità. Nonostante recentemente abbia sofferto della crisi economica, l’area riserva grandi potenzialità e margini di crescita significativi per il made in Italy calzaturiero, che potranno concretizzarsi in un consolidamento delle vendite quando questa nazione riguadagnerà maggiore stabilità economica”.
Sempre nell’area della Csi, continua l’attività della Press Room Anci, partita nel 2008 a Mosca e ulteriormente sviluppatasi con l’inaugurazione, lo scorso agosto, della filiale di San Pietroburgo.
a.t.
stats