Ancora lontano il divorzio tra i fratelli Coin

Ancora nessuna ipotesi di soluzione all’orizzonte per la controversia che da tre anni oppone i fratelli Coin. La società quotata a Piazza Affari esclude tutte le congetture avanzate in merito a una presunta accelerazione delle trattative in corso. Secondo voci trapelate sulla stampa, il presidente del gruppo Vittorio Coin, assistito dalla Livolsi & Partner, mirerebbe a rilevare le quote gestite dal fratello Piergiorgio attraverso le finanziarie del gruppo, cedendo in un primo tempo la catena dei grandi magazzini Coin e lanciando successivamente un’Opa della società. L’obiettivo si configurerebbe nel raggiungere la maggioranza nella società e puntare così al delisting. Un portavoce del gruppo smentisce qualsiasi ipotesi di soluzione raggiunta all’interno della grande realtà di distribuzione, che è a capo di marchi come Coin, Oviesse e la tedesca Kaufhalle e i cui ricavi ammontano a 1,5 miliardi di euro.
a.t.
stats