Andamento costante per le vendite di maglieria

La maglia continua a piacere: le vendite di questa stagione in Italia confermano un gradimento costante da parte della clientela. È il dato più significativo emerso dal nostro sondaggio Le Carte in tavola, realizzato con un panel di plurimarca al top. Sembra proprio che la maglia abbia ormai acquisito una posizione di rilievo, più che stabile, all’interno del guardaroba femminile e maschile. Oltre alla performance di vendita della primavera-estate in corso, anche gli ordini effettuati dai dettaglianti per il prossimo autunno-inverno confermano un andamento costante del gradimento della maglieria. Ma non solo: tra l’universo uomo e quello donna si sta verificando un parallelismo sia sul fronte del sell out sia su quello dei best seller: dopo stagioni di forte differenziazione del gusto sembra che adesso si ripresenti anche una tendenza unisex. Questi in sintesi gli elementi clou della nostra indagine.Entrando nello specifico dei dati, per le vendite di maglieria al femminile il 60% dei negoziati interpellati conferma lo stesso sell out dello scorso anno, il 29% vanta un incremento del fatturato e solo l’11% lamenta una significativa flessione. In linea, o quasi, i risultati relativi allo shopping maschile, con percentuali rispettivamente del 55%, 24% e 21%. In tema di best seller: sul côté donna hanno avuto la meglio le T-shirt in generale, con una preferenza per quelle stampate. Seguono i tween set e le maglie con zip. Blumarine è in testa alla graduatoria “rosa” delle griffe più gettonate, mentre Dolce & Gabbana e Roberto Cavalli sono rispettivamente al secondo e al terzo posto. Il consumatore, invece, si fa sedurre in primis dalle maglie con zip, poi da girocolli e T-shirt (secondo posto), quindi da polo e T-shirt stampate. Tra le firme al maschile spadroneggia Dolce & Gabbana, la medaglia d’argento va a Malo e quella di bronzo a Roberto Cavalli.
e.c.
stats