Anna Molinari da Miss Blumarine: "Noi emiliani siamo forti, ma non lasciateci soli"

La stilista è uscita in pedana al termine del fashion show di Miss Blumarine (prodotta e distribuita da Spazio Sei), che ha dato il via a Pitti Immagine Bimbo. Indossando una T-shirt realizzata dalla griffe, con scritto "I love Emilia", è stata applaudita a lungo. "Non si può immaginare come abbiamo dovuto lavorare - ha detto - ma non ci fermiamo".
Nel parterre della sfilata, il figlio Gianguido Tarabini, amministratore unico di Blufin, ha ripercorso i giorni del dopo-terremoto. "Ognuno si è dato da fare per ripartire il più velocemente possibile - ha spiegato -. Per quanto ci riguarda, abbiamo allestito l'ufficio stile in una tensostruttura in giardino, noleggiato container e utilizzato tutti gli spazi possibili". "La sensazione dei primi giorni - ha precisato - è stata di abbandono: ora le cose vanno meglio, ma c'è ancora molto da fare anche da parte delle istituzioni". In un'intervista a Vanity Fair, lei ha affermato che, se avesse una bacchetta magica, trasformerebbe per un po' l'Emilia in una regione a statuto speciale, come il Friuli: solo una boutade? "Indubbiamente aiuterebbe - ha risposto l'imprenditore -. Un fatto è certo: non credo che lo Stato italiano possa pensare di 'rinunciare' a una regione che produce così tanta ricchezza".
La collezione sotto i riflettori è stata come sempre curata e preziosa: tra i pezzi forti gli abiti in taffetà e le gonne a palloncino in tulle sfumato, ma anche delicati coprispalle ricamati, trench in pizzo, vestiti tempestati di perle o di fiocchetti a pois. Tenui i colori: rosa pesca e cipria, giallo limone, bianco burro e un evergreen, il contrasto tra bianco e nero.
a.b.
stats