Apre a Roma il quarto monomarca We Are Replay, mentre si investe negli Usa

Alla terza stagione di vita, We Are Replay ottiene buoni riscontri: è già insegna di tre punti vendita monomarca, a Firenze, Riccione e Bari, in attesa dell’inaugurazione del quarto shop, prevista a Roma entro fine novembre. Intanto Fashion Box - il gruppo cui fa capo la linea, più noto per il marchio Replay - investe negli Stati Uniti.
“We Are Replay è una collezione nata con l’obiettivo di penetrare nelle boutique griffate con un jeans couture in grado di essere combinato con altri pezzi – spiega Claudio Buziol, presidente di Fashion Box -. Al momento è distribuita in tutto il mondo e ha raggiunto con il primo anno un fatturato di 5 milioni di euro, con la previsione di un raddoppio entro il secondo anno”. È imminente l’apertura di un quarto punto vendita monomarca del brand a Roma, uno spazio di 150 metri quadri in via Tomacelli, fissata entro la fine di novembre.
Intanto il gruppo guarda al futuro con progetti ambiziosi: negli Usa il programma è di investire 10 milioni di dollari in due anni per la costruzione di una retail company che sia dedicata allo sviluppo di monomarca diretti Replay. Al momento negli Stati Uniti esiste solo un punto vendita a New York, oggetto di un recente restyling, mentre la prossima apertura è fissata entro il 2005 a Miami, per raggiungere un totale di 5/6 insegne nel 2006. In generale, la visione del momento è positiva per Claudio Buziol: “Nei primi sei mesi del 2004 abbiamo incrementato le vendite del 30% - spiega - una realtà dovuta al raddoppio delle vendite di denim”. Quanto al giro di affari, Marco Bortoletti, amministratore delegato di Fashion Box, cita un totale di 220 milioni di euro nel 2004, in crescita rispetto ai 205 milioni del 2003 e con la previsione di un’ulteriore evoluzione nel 2005, a oltre 250 milioni di euro.
c.me.
stats