Aprirà a Tokyo il nuovo Epicentro Prada

È prevista per il 7 giugno l’inaugurazione del nuovo Epicentro Prada a Tokyo, nel quartiere di Aoyama. Ispirato alle forme di un cristallo, il building si articola su sei piani per una superficie complessiva di 2.800 metri quadri ed è progettato dagli architetti Herzog & de Meuron. La facciata di Epicentro Prada è costituita da centinaia di pannelli di vetro che consentono la costante percezione, per chi si trova all’esterno, dei prodotti esposti in ogni punto del negozio. Al tempo stesso, dall’interno, si ha una visione della città a 360 gradi. Il complesso si sviluppa su un volume verticale e contiene la massima superficie di pavimentazione consentita: parte dello spazio rimane così pubblico, non sfruttato, come se fosse la piazza di una città europea. L’identità di Epicentro Prada è volutamente ambivalente: a seconda della posizione di chi osserva, il corpo dell’edificio può sembrare un cristallo o un’arcaiaca costruzione dal tetto a capanna. Lo spazio ha una struttura vetrosa: l’esterno è una griglia romboidale, rivestita su tutti i lati da un caleidoscopio di pannelli di vetro convessi, concavi o piatti che generano riflessi frammentati, tali da far percepire immagini sempre cangianti, come prospettive cinematografiche, dei prodotti, della città e delle persone stesse. Accessori e arredi, progettati appositamente, optanto per materiali multiartificiali come la resina, il silicone e la fibra di vetro, o multinaturali come il cuoio, il tufo o le liste di legno poroso, in un contrasto di materiali giocato tra elementi ultramoderni e aspetti tradizionali. Dopo l’apertura a New York nel dicembre 2001 dell’ Epicentro Prada di Broadway, progettato da Rem Koolhaas, il megatsore di Tokyo prosegue il programmadi Prada, iniziato nel 1999, di realizzare in collaborazione importanti architetti internazionali una serie di punti vendita particolarmente innovativi per reinterpretare il concetto di shopping.
e.c.
stats