Aquascutum: il ceo Winser si prepara al management buyout?

Kim Winser, ceo di Aquascutum dall'aprile 2006, starebbe preparando un'operazione di management buyout della griffe del lusso inglese, attualmente in mano al gruppo giapponese quotato Renown. Si ipotizza che il closing possa avvenire già entro la fine dell'anno.
Lo pubblica oggi wwd.com, citando fonti vicine alla società. L'ipotesi va ricollegata al fatto che la casa madre di Aquascutum, la Renown di Tokyo, ha recentemente annunciato, tramite le agenzie di stampa, di volere cedere le proprie quote per gli inizi del 2009, nell'ambito di un più vasto piano di ristrutturazione (con l'esercizio fiscale che si chiuderà il prossimo febbraio, la società stima di registrare un'ulteriore perdita, per il terzo anno consecutivo).
L'International Herald Tribune riporta che Renown ha rilevato lo storico brand britannico nel 1990 sborsando 20 miliardi di yen (al cambio odierno, circa 143 milioni di euro) ma il bilancio 2007 si è chiuso per la quarta volta in rosso e le difficoltà non sembrano essersi ancora dissolte.
Ora il gruppo del Sol Levante si appresta a vendere gli immobili di proprietà, a tagliare il 30% degli impiegati full-time e il 25% dei designer in organico, nonché a cessare la produzione di 16 dei 62 brand in portafoglio. Pare invece che voglia riservarsi il diritto di realizzare articoli a marchio Aquascutum.
e.f.
stats