Areapelle Club punta alla certificazione etica

Areapelle Club, l’organizzazione che riunisce un gruppo di 15 imprenditori leader della filiera della pelle nel mercato internazionale con un fatturato di 1,5 miliardi di euro, punta sulla comunicazione e sulla certificazione etica. Si è parlato di questo e altri obiettivi durante un meeting in occasione del salone milanese Anteprima.
Le imprese qualificate devono confrontarsi con tematiche nuove, il rapporto di lavoro va gestito in base alla massima qualità e tenendo conto della "crescita" del lavoratore e, non ultimo, l’impatto su territorio e popolazione deve essere governato al meglio: concetti emersi nel corso di Anteprima, la preview organizzata da Lineapelle settimana scorsa a Milano con le anticipazioni per i materiali di fascia top dell’autunno-inverno 2004-2005.
Una la conclusione del seminario, cui hanno partecipato gli imprenditori Luigino Rossi, Roberto Briccola, Adriano Sartor, Alberto Schiavi, Lorenzo Mosconi, Rino Mastrotto, Giuseppe Walter Peretti e Francesco Pellati: i fornitori e i clienti, siano essi singole società oppure nazioni, vanno preferibilmente scelti tra coloro che praticano un commercio basato su regole di correttezza e che applicano i diritti civili.
Un'idea ribadita in un’analisi effettuata da Francesco Bertolini, docente della Sda Bocconi.
m.d.p.
stats