Armani protagonista a Pechino il prossimo 31 maggio

Il 31 maggio sarà un giorno speciale per Giorgio Armani (nella foto), che festeggerà a Pechino la presenza ultradecennale sul territorio cinese della griffe che porta il suo nome: l'evento, intitolato "One night only in Beijing", si preannuncia spettacolare. Già nel 2004 e nel 2006 il designer era stato protagonista di appuntamenti che avevano avuto una grande eco mediatica nel Paese asiatico.
La prima visita ufficiale di Armani nella Repubblica Popolare era avvenuta nell'aprile di otto anni fa, con un itinerario partito dalla capitale (dove lo stilista si era fatto immortalare nel monomarca aperto nel 1998 all'interno del Palace Hotel, il primo del brand su questo territorio) e proseguito alla volta di Shanghai, in occasione dell'opening dell'Armani/Three on the Bund, un flagship di quasi mille metri quadri. L'ultima tappa era stata Hong Kong, con due sfilate da 1.200 invitati e un party presso Armani/Chater House.
Nel 2006 il ritorno, in occasione della retrospettiva organizzata dalla Solomon R. Guggenheim Foundation e sponsorizzata da Mercedes-Benz, che dopo Berlino, Londra, Roma e Tokyo era approdata a Shanghai.
Non si sa ancora quali saranno tempi e luoghi dell'happening del 31 maggio prossimo, ma resta la certezza dei numeri: per il Giorgio Armani Group l'espressione Greater China significa un network di 289 punti vendita, tra cui 16 Giorgio Armani, 62 Emporio Armani, 60 Armani Collezioni e altrettanti AJ Armani Jeans, un Armani Jeans Accessories, 15 Armani Junior, 39 A/X Armani Exchange e nove Armani Casa, sparsi in 50 città.
a.b.
stats