Armani punta ad aumentare del 40% le vendite in Cina

L'obiettivo è accrescere del 40% il fatturato retail realizzato in Cina, per raggiungere entro la fine del 2006 un turnover di 113 milioni di euro, pari al 3% del giro d'affari globale del gruppo: un traguardo ambizioso, quello di Armani, considerato possibile dall'azienda grazie alla rapidità di sviluppo registrata finora in questo Paese.
Basti considerare che nel 2001 la griffe aveva nella Repubblica Popolare 14 negozi monomarca e 18 shop-in-shop, mentre a fine 2005 è arrivata a contarne rispettivamente 35 e 28. Nuove aperture sono previste per l’anno in corso, per raggiungere quota 40 flagship store e 35 shop-in-shop.
g.m.
stats