Asahi Kasei Fibers in trattative per le fibre elastiche di Lanxess

Lanxess, azienda chimica tedesca nata da una costola di Bayer, si prepara allo spin off del business delle fibre elastiche facenti capo a Dorlastan Fibers, con l’obiettivo di focalizzarsi sulle attività core. La unit sta per passare in mano ad Asahi Kasei Fibers (Akf), società controllata dal giapponese Asahi Kasei Group, specializzata nel settore fibre, che opera sul mercato dello spandex con il marchio Roica.
Al momento non sono ancora noti i termini della transazione: i due gruppi hanno siglato una lettera d’intenti e l’operazione deve essere sottoposta al vaglio dell’antitrust.
Le attività in questione sono gli impianti nella sede tedesca di Dormagen e nel Sud Carolina, a Bushy Park. Per anni l’azienda ha tentato di tenere testa alla concorrenza asiatica, come ha spiegato il ceo Axel C. Heitmann. “Vendendo a Akf eviteremo la chiusura della sede di Dormagen, da tempo in passivo”, ha dichiarato.
Per il turn around della società, che ha registrato la fibra elastica Dorlastan nel 1964, sono previsti tagli occupazionali “socialmente accettabili”. Akf ha in programma di confermare 170 dei 270 impiegati a Dormagen. Lo staff negli Stati Uniti passerà invece da 190 a 160 unità. L’operazione in corso consentirà ad Afk di rendere più globale il business della fibra Roica, attualmente prodotta soltanto in Asia. Per il 2008 Asahi Kasei Fibers ha previsto che i ricavi derivanti dallo spandex ammonteranno a 40 miliardi di yen. Lo scorso anno ha realizzato un fatturato complessivo di 104,3 miliardi di yen.
uw
stats