Assomoda: accento sulle alleanze strategiche al congresso annuale

Si è svolto ieri a Milano il 37esimo congresso di Assomoda Lombardia, dal titolo "Nuove alleanze per gli showroom della moda". All'ordine del giorno, il potenziamento delle sinergie con Camera Nazionale della Moda e Fnaarc (Associazione sindacale degli agenti e rappresentanti di commercio) e l'elezione dei 12 nuovi membri del consiglio direttivo, che a breve designerà anche un nuovo presidente.
"Vogliamo dare un messaggio forte alle istituzioni e al sistema della moda milanese - ha spiegato il presidente nazionale uscente, Giulio Di Sabato -. Un sistema che deve molto della sua importanza all'attività degli showroom, che a Milano sono 850, metà di quali plurimarca, cioé gestiti da agenti e rappresentanti".
È infatti il riconoscimento di un ruolo strategico che chiedono gli oltre 200 showroom, agenti e rappresentanti della moda che si riconoscono nell'associazione. L'obiettivo è rendere più organiche e funzionali le dinamiche legate all'organizzazione del settore, dalla presentazione delle collezioni allo sviluppo delle fiere.
Rientra in quest'ottica la collaborazione con la Cnmi che, ha sottolineato il presidente Mario Boselli nel suo intervento al congresso, "comincerà con il monitoraggio congiunto della prossima edizione di luglio dell'iniziativa Milano Moda Showroom e potrà portare a ulteriori sviluppi". Prosegue anche l'alleanza di Assomoda con Fnaarc, organizzazione sindacale degli agenti di commercio. L'intento è di rappresentare, attraverso accordi economici collettivi, gli interessi degli agenti di moda. Interessi per cui il presidente, Adalberto Corsi, si è detto disponibile a "mettere in campo tutta la forza negoziale di Fnaarc".
m.g.
stats