Balloon: entro Natale la fusione delle 13 società controllate

“Razionalizzare la struttura societaria, snellire le procedure operative, concentrare il business in un unico soggetto giuridico”: spiega così Claudio Feliziani, amministratore delegato di Balloon, le motivazioni che hanno spinto la capogruppo verso l’incorporazione delle 13 società controllate al 100%.
“L’assemblea straordinaria è fissata per il 20 ottobre – spiega a fashionmagazine.it l’a.d. del gruppo – in modo tale che la fusione possa avvenire entro Natale e dunque in contemporanea con la fine dell’anno fiscale, consentendo così di inaugurare il 2004 già con la nuova struttura”.
La razionalizzazione della capogruppo guidata dalla famiglia Greco prevede di accentrare l’attività di 13 società, dodici delle quali gestiscono uno o più negozi Balloon sul territorio nazionale – si tratta di Albali, Blunauta Sistemi, Calliope, Iaia, Marco Polo, Meconi, Paganini, Sia, Yantai, Yning, Yueva, Yulin – in un’unica holding. “Che diventerà una società operativa a tutti gli effetti - precisa Feliziani – occupandosi di tutto l’iter gestionale”.
A essere escluse dalla fusione saranno solo le controllate estere: la Balloon Uk con sede a Londra, la Blunauta Iberica di Madrid e la Blunauta Usa di Miami. Balloon, inoltre, ha costituito in Cina una joint venture con un partner di minoranza fondando la Carisma, mentre è azionista di minoranza di Balloon Iberica.
a.t.
stats