BasicNet: in stand by in Europa e in America, in forte crescita in Asia

La trimestrale di BasicNet (marchi Kappa, Robe di Kappa, Jesus Jeans, K-way e licenza Superga) evidenzia un fatturato aggregato, realizzato dai vari licenziatari, di 54,2 milioni di euro, contro i 59,9 milioni di euro conseguiti nel primo trimestre 2003, a causa principalmente della flessione registrata in Europa e in America. In forte crescita risulta invece l’Asia, dove, tramite le licenze assegnate per Cina e Sud Corea, i fatturati (oltre 6,4 milioni di euro) sono quasi triplicati rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno.
Gli altri dati di bilancio mostrano una redditività in leggero miglioramento e un risultato ante imposte superiore a 3,1 milioni di euro, sostanzialmente in linea con il primo trimestre 2003.
Il decremento delle vendite in America è da attribuire, secondo la società, alla sostituzione del licenziatario, avvenuta in febbraio, che ha temporaneamente rallentato le attività in quell’area. Il nuovo partner è la Back to Back che fa capo a imprenditori già operanti nel settore, con importanti marchi e licenze, e da cui ci si attende il progressivo recupero dei volumi.
I ricavi diretti, che sostanzialmente coincidono con quelli realizzati in Italia, scendono a 25,4 milioni di euro dai 28 milioni di euro del primo trimestre 2003, a causa del venir meno delle vendite legate alla sponsorizzazione della squadra della Roma e alle vendite effettuate al gruppo Giacomelli, attualmente in amministrazione straordinaria.
“L’acquisizione a inizio anno del marchio K-way e della licenza mondiale per Superga – ha ricordato Franco Spalla, amministratore delegato di BasicNet – confermano la volontà del gruppo di proseguire anche nel 2004 il percorso di sviluppo e di crescita intrapreso”. “Nel breve termine – ha aggiunto – l’obiettivo principale è l’integrazione dei nuovi marchi nel sistema operativo, per poi inserirli nei piani di sviluppo incentrati soprattutto sulle iniziative retail”.
e.a.
stats