BasicNet: nove mesi a segno più, con l'Asia in pole position

Trainati da una crescita sul mercato asiatico del 36% rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente, i risultati di BasicNet relativi ai primi nove mesi del 2009 rispecchiano un buono stato di salute: in avanzata dell'8% il fatturato consolidato, a quota 118 milioni di euro, mentre l'utile netto mette a segno un +7%, a 14 milioni.
In progresso sia l'ebitda, che sale a 24,9 milioni di euro (+1,7%), sia l'ebit, positivo per 20,2 milioni, rispetto ai 19,8 milioni dei primi nove mesi 2008 (+2%). Stabili a 239 milioni di euro le vendite aggregate dei licenziatari, che si attestano a 241 milioni se valutate a cambi costanti.
Da segnalare l'incremento dei brand Superga (+11%, grazie alle performance in Europa, Sud Africa e Giappone), ma soprattutto K-Way (+45%), che ha raddoppiato le vendite in Italia e è balzato dell'82% nel Nord America. Quanto a Kappa e Robe di Kappa, queste linee sono al centro di un riposizionamento in Brasile e Argentina e in fase di impostazione in Canada e Usa, grazie alla recente nomina di un nuovo licenziatario.
Le previsioni sull'intero esercizio sono improntate a un moderato ottimismo: il 2009 si dovrebbe chiudere positivamente, "pur in un contesto di mercato difficile e con uno scenario molto incerto sull'evoluzione dei consumi", come sottolinea un comunicato. Durante l'anno che sta volgendo al termine la società ha potenziato gli investimenti sui fronti comunicazione e distribuzione: sono stati infatti inaugurati in Italia 14 negozi a insegna Rdk, 11 Superga Shop, sette Gigastore e uno spazio Rdk@j, opening che hanno portato il totale delle insegne del gruppo a 132, con la prospettiva di proseguire con almeno 15 nuovi shop prima della fine di dicembre.
a.b.
stats