BasicNet registra una perdita per 14,2 milioni di euro e il cda delibera un aumento di capitale

Il consiglio di amministrazione di BasicNet ha deliberato ieri un aumento di capitale per un ammontare di quasi 25 milioni di euro, allo scopo di supportare lo sviluppo del progetto retail e dei nuovi marchi K-Way e Superga. Durante la riunione del cda è stato, inoltre, approvato il bilancio 2003 che, oltre a mostrare una contrazione dei principali dati, registra una perdita per 14,2 milioni di euro.
L'aumento, che dovrebbe portare il capitale sociale da 15,3 milioni di euro a 40,3 milioni, sarà effettuato mediate l'emissione di circa 48,08 milioni di azioni del valore nominale di 0,52 euro ciascuna. L'operazione, si legge in una nota diffusa dalla società, è stata fatta "per rafforzare finanziariamente il gruppo, al fine di poter supportare adeguatamente il processo di consolidamento delle varie aree di business sulle quali il BasicNet è impegnato, in particolare per quel che concerne lo sviluppo dei nuovi marchi K-Way e Superga". Il primo è stato acquisito a febbraio per 8 milioni di euro da Formula Sport Group, mentre per il secondo è stato sottoscritto il contratto di licenza esclusiva mondiale con diritto di opzione per l'acquisto. L'aumento servirà inoltre per completare le iniziative retail volte ad ampliare la distribuzione sul territorio italiano attraverso negozi monomarca. A seguire l'operazione, che dovrebbe partire a maggio per concludersi il 30 giugno, saranno Banca Intesa e UniCredit Banca Mobiliare, nel ruolo di promotori e coordinatori del consorzio di garanzia.
Intanto, il gruppo di Torino proprietario anche dei brand Kappa, Robe di Kappa e Jesus Jeans, ha chiuso il 2003 con vendite aggregate dei marchi da parte dei licenziatari pari a 203,9 milioni di euro, in calo del 18,4% rispetto all'anno precedente, mentre i ricavi hanno subito una flessione del 27,6%, scendendo a quota 84,2 milioni di euro. A livello di bottom line, invece, BasicNet ha registrato un reddito operativo negativo per 1,6 milioni di euro e una perdita per 14,2 milioni di euro a fronte di un utile pari a 1,2 milioni di euro registrato nel 2002.
"I dati economico-finanziari 2003 - prosegue la nota - sono stati influenzati in modo decisivo anche da avvenimenti di natura straordinaria, riconducibili alle difficoltà finanziarie del gruppo Giacomelli e dell'ex-partner americano Reda Sport Corporation e alle conseguenti svalutazioni prudenziali dei crediti vantati da BasicNet".
v.s.
stats