Belfe: in scena a Marostica le collezioni del nuovo corso

Giovedì 8 luglio, con una sfilata-evento al castello di Marostica, Belfe ha presentato le nuove collezioni Belfe e Post Card della primavera-estate 2005: un importante test per l’azienda veneta che, con le linee disegnate per la prima volta dalla stilista Rosanna Buccaro, intende scrollarsi di dosso un’immagine "sport basic".
La parola d'ordine è, infatti, rivitalizzare il prodotto e renderlo più fashion, rispondendo alle sollecitazioni del mercato, e da qui ripartire con un deciso piano di rilancio.
La serata è stata battezzata con il nome di “sport couture show” e proprio nella direzione di una moda sì sportiva, ma anche sofisticata, si sta muovendo Belfe, all’indomani dell’acquisizione del 60% dell’azienda da parte della merchant bank Medinvest e dell’arrivo di Alfredo Passariello come amministratore delegato (ruolo in passato ricoperto da Thierry Andretta).
Per entrambe le linee, disegnate dalla giovane e grintosa Rosanna Buccaro (con un’esperienza in Armani Jeans), si è compiuto un approfondito lavoro di studio. “Si è ripensato il posizionamento dei marchi, sono state rifatte “tutte le basi” – spiega la Buccaro – e da qui ci si è mossi verso un cambiamento dei fornitori”.
In particolare, Post Card è concepita come un laboratorio di ricerca, proiettato verso il futuro; il suo target è, infatti, un pubblico di sofisticati consumatori di moda. Belfe offre invece quello che una fascia più ampia di persone ricerca, ma anche qui la componente di sperimentazione è forte, per un prodotto d’impatto, moderno ed esuberante. “Il mercato ragiona per opportunità – spiega Rosanna Buccaro – e noi abbiamo intenzione di proporre capi originali, quasi degli ‘oggetti’ che stuzzichino la voglia di shopping”.
e.a.
stats