Belstaff avvia un flagship store nel centro di Bologna

Si trova a pochi passi da piazza Maggiore il nuovo flagship store che Belstaff ha appena aperto a Bologna mantenendo fede al suo programma di sviluppo.
Nei circa 400 metri quadri, inseriti in un palazzo dei primi del Novecento al civico 12 di via IV Novembre, sono ospitate su tre livelli e su un mezzanino le zone di vendita delle collezioni uomo, donna, bambino e accessori. All’interno sono inoltre allestiti uno spazio relax, per dare ai clienti la possibilità di fare shopping in tutta tranquillità e un museo interattivo che racconta la lunga storia del marchio di origine inglese - nato nel 1924 a Stocke-on-Trent, producendo giacche in wax cotton per motociclisti, aviatori, militari - attraverso alcuni capi appartenuti a icone del passato e del presente. Tra i suoi molti fan, infatti, Belstaff annovera personaggi celebri come Lawrence d’Arabia, Che Guevara e, in tempi più recenti, George Clooney e Ewan McGregor.
Il palazzo, protetto dai Beni Culturali, è stato restaurato in modo da arrecare il minor disturbo possibile alla struttura storica dell’edificio, ad esempio conservando le insegne originali del negozio di tessuti che vi operava da oltre 70 anni.
Il flagship store di Bologna fa parte del progetto retail dell’azienda produttrice, la Clothing Company di Mogliano Veneto (Tv), che dopo Londra, Firenze, Treviso, Bassano, Manchester, Roma e Milano prevede un’apertura a Madrid per fine ottobre e altre in Spagna, Giappone, Usa, Germania e Russia nel 2009. Uno sviluppo in cui Clothing Company, guidata da Franco Malenotti - che nel 2004 ha acquistato Belstaff - crede fermamente: l’obiettivo per il 2009 è quello di superare i 100 milioni di euro tramite ulteriori shop e corner, in un’ottica di continua espansione sui mercati esteri. Smentendo definitivamente, quindi, il passaggio di mano al colosso americano Vf Corporation, ipotizzato da alcuni rumors qualche settimana fa.
Belstaff Clothing Company ha chiuso il 2007 con un fatturato di circa 87 milioni di euro, che diventeranno 96, registrando un +10%, a fine 2008.
e.b.
stats