Benetton: fatturato in crescita e new entry ai vertici

Benetton Group chiude il 2008 con un fatturato consolidato di 2,1 miliardi di euro, in progresso del 3,9% sull’anno precedente (+5,7% a parità di valute). Il gruppo ha anche annunciato l’ingresso di Alberto Nathansohn in qualità di chief financial officer a partire dal primo maggio.
Nathansohn proviene dal Gruppo Bulgari, dove ha rivestito un ruolo analogo (vedi fashionmagazine.it di ieri). Sempre nei 12 mesi, l’ebitda della società di Ponzano Veneto è aumentato del 4,1% a 354 milioni di euro, mentre l’utile netto si è attestato a 155 milioni, rispetto ai 145 del 2007.
Come riporta una nota del gruppo, la “determinazione nel perseguire gli importanti interventi strutturali nel periodo in esame ha apportato i benefici previsti”. In particolare, vengono sottolineati il miglioramento della supply chain orientata, l’accelerazione della crescita in aree come l’ex-Urss, l’India e la Turchia e il completamento della nuova struttura organizzativa, imperniata sulle business unit di marchio e di mercato.
Passando alle previsioni per l’anno in corso, l’amministratore delegato Gerolamo Caccia Dominioni ha indicato, come obiettivi primari, “da un lato il rafforzamento delle quote di mercato sia nei Paesi consolidati, sia in quelli identificati come strategici per lo sviluppo; dall’altro, il sostegno della propria redditività”.
A tal fine, ha proseguito il manager, “è stato avviato un profondo piano di riorganizzazione, che permetterà di sostenere gli investimenti, accelerare lo sviluppo, contenere i futuri rischi di pressioni inflazionistiche, rinnovare significativamente il sistema organizzativo e generare flussi di cassa”.
“I progetti in atto - ha concluso - consentirnno di perseguire i primi benefici già nella seconda parte dell’anno e interamente nel 2010, per oltre 50 milioni di euro calcolati su base annua, che verranno in parte utilizzati per lo sviluppo e l’assorbimento degli oneri di ristrutturazione”.
m.g.
stats